Votare SI o votare NO? Ve lo siete “davvero” chiesti?

Mentre la probabile (ma non ancora certa) data del referendum costituzionale si avvicina, mi sto ponendo il problema di non saperne ancora abbastanza per esprimere serenamente il mio voto.
Gli echi che giungono dall’altra parte del pianeta sono confusi, il fronte del NO sembra essere prevalente (almeno nel web) e capisco che molta della tensione legata al voto ruoti attorno alla figura del Presidente del Consiglio.
Io pero’ mi pongo alcune domande di carattere generale, tra cui la principale e’ forse se sia giusto utilizzare il referendum su un tema cosi’ importante come leva politica per le dimissione del capo del Governo (per altro non garantite).
Il fatto che Renzi possa stare dermatologicamente antipatico ai piu’, giustifica forse la bocciatura della proposta di modifica alla Costituzione?
I rumors che riverberano sin qui tramite media e social networks sono di generale malcontento per un Paese che non cambia mai: tutti sembrano volere cambiamenti radicali, ma pochi sembrano pronti a prendersi dei rischi.
Ebbene, il poco simpatico Governo attuale ha messo in piedi una proposta di cambiamento: sostenerla o respingerla?
Cosa accadrebbe se venisse respinta? Niente. Si, forse (forse) Renzi si dimetterebbe e l’Italia avrebbe un periodo di instabilita’, poi un altro Governo deciso dal Presidente della Repubblica tornerebbe a combattere le stesse battaglie, con gli stessi scarsi esiti, con le stesse polemiche e antipatie. Ma in generale, tutto resterebbe uguale. Sappiamo gia’ com’e’ la situazione italiana attuale, sappiamo com’e’ “non cambiare” e tutti sembrano scontenti.
Ma cosa accadrebbe se cambiasse qualcosa? Beh, non possiamo saperlo con certezza, ma qui sta la predisposizione al rischio. Difficilmente potra’ essere peggio di com’e’ ora: inefficienze burocratiche, lungaggini legislative, sperpero di denaro pubblico, status quo inviolabili, ecc. Nel peggiore dei casi, poco cambiera’. Ma nello scenario migliore? Forse (forse) vedremmo snellimenti procedurali, piu’ governabilita’, tagli ai costi della politica. Forse.
Io mi sento propenso a quel “forse”. So che la proposta di modifica costituzionale non e’ perfetta e non accomoda tutte le parti, ma quando mai abbiamo visto e vedremo mai in Italia tutti i partiti d’accordo su qualcosa? E se questa proposta verra’ rispinta, quando potremo averne un’altra? E sara’ davvero migliore?
Forse bisognerebbe pensare meno alle presunte dimissioni del Presidente del Consiglio e di piu’ ai vantaggi concreti della proposta, prima di votare per il SI o per il NO.
Magari iniziando con lo spendere 15 minuti del proprio tempo per una infarinatura generale: ignorando l’inguardabile canotta e alcuni lievi accenni del presentatore che sembrano propendere per il SI, il resto del filmato fornisce una discreta overview ai pro e contro della proposta. Tenetevi informati e andate a votare!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Eventi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...